Tisane per tutti… i gusti!

Tisane per tutti… i gusti!

Tisana. Una parola rassicurante, calda, che sa di antico, e che in effetti ha una lunga tradizione, se si pensa che preparati farmaceutici di questo tipo sono citati addirittura nella Bibbia, e che il più antico trattato di terapia cinese elenca ben 365 erbe con le loro diverse proprietà.

Non è un caso se le tisane sono sopravvissute alle mode e al progresso della medicina e rappresentano tuttora un punto di riferimento per chi, affetto da disturbi di vario tipo, cerca una soluzione sana e naturale. Perché sì, le tisane funzionano davvero, e possono esserci d’aiuto anche per “riprenderci” da questo periodo di feste, ponti e… mangiate!

Naturalmente, il requisito primario è scegliere prodotti di qualità, in modo che la resa sia massima. E poi c’è solo l’imbarazzo della scelta… Già, ma quali sono le tisane “top”, quelle più gettonate, le “classiche” insomma – e quali benefici procurano?

Camomilla. E’ forse la tisana più famosa e non si può non citarla. E’ da moltissime generazioni un prezioso aiuto contro l’insonnia, ma presa dopo un pasto contribuisce a rendere migliore la digestione.

Tisana alla menta piperita. Ottima contro i gonfiori addominali e gli spasmi muscolari, è utile anche per sconfiggere le nausee (se senza vomito). Da evitare invece in casi di indigestione o di scottature. E’ oltretutto una delle più semplici da preparare: la pianta è infatti una delle più facili da coltivare in giardino

Tisana allo zenzero. Funziona molto in casi di nausea con vomito e problemi di stomaco in genere. Con l’aggiunta di succo di limone o di un cucchiaio di miele è poi un valido rimedio contro il raffreddore.

Tisana al rooibos. E’ detta anche “thé rosso”, per il suo tipico colore, ma non è un the. E’ appunto una bevanda terapeutica “nata” in Africa e tuttora lì molto consumata, ma diffusa ormai anche da noi. E’ ricca di vitamina C e di altri minerali, e previene i segni dell’invecchiamento.

Tisana alla mentuccia. Anche questa è una pianta di facile coltivazione. La tisana è utile per stabilizzare l’umore e migliorare la concentrazione.

Tisana al tarassaco. Molto efficace per chi vuole migliorare la funzione del fegato.

Tisana alla rosa canina. Anch’essa ricca di vitamina C, è particolarmente indicata per il sistema immunitario e per chi ha problemi di pelle.

Tisana drenante

Sentite che il vostro corpo è appesantito e già vedete profilarsi all’orizzonte la prova costume dell’estate? Non siete gli unici: non a caso, infatti, in primavera scoppia la moda delle diete, a pranzo va per la maggiore l’insalata e all’improvviso spariscono i dolci.
Oltre che a un’alimentazione mirata, io vi suggerisco di rivolgervi… all’acqua: datevi al nuoto e bevete molto. E se poi volete aumentare l’effetto drenante dell’acqua, cosa c’è di meglio di una tisana?
Per esempio, potete chiedere alla vostra erboristeria di fiducia la miscela di erbe che vi propongo. Tenete presente che il momento ideale per assumere la tisana drenante è la mattina a digiuno, ma se vi sentite le gambe molto gonfie, avete mal di testa da ritenzione idrica oppure non riuscite ad abbottonare gonne o pantaloni, potete aumentare la dose bevendo la tisana più volte al giorno e alla sera prima di andare a dormire.

Ingredienti

  • 30 g di equiseto
  • 30 g di ortica
  • 20 g di bardana
  • 20 g di fumaria

Preparazione

Portate una tazza d’acqua sin quasi a bollore. Versatevi un cucchiaio di miscela e lasciatelo in infusione 5-10 minuti, filtrate e bevete. Se il sapore non vi piace, evitate lo zucchero bianco perché renderebbe inutile se non dannosa la tisana. Meglio una punta di miele, e meglio ancora correggere il sapore aggiungendo alla miscela un’erba a scelta tra liquirizia, anice, menta o finocchio.

Lascia un commento

Fai il primo commento!

avatar
  Subscribe  
Notifica di

Ultime dalla Casa

I limoni di SorrentoLa penisola sorrentina è  un  affascinante territorio dove il mare e la montagna si fondono,  il profumo inebriante degli agrumeti ti avvolge è impossibile non rimanere ammaliati dalle splendide località affacciate sul mare, dal paesaggio, un alternarsi di dolci vallate...Leggi di più
Belle e buone: come coltivare erba cipollina e tulbaghia violacea[envira-gallery id="2505"] Se cercate delle piante belle e buone, vi consigliamo di coltivare erba cipollina e tulbaghia violacea. Appartengono entrambe alla famiglia delle Liliacee, la stessa dell’Aglio e della cipolla e, benché note soprattutto come piante da giardino, si possono...Leggi di più
Perché coltivare una aloe vera in casa o terrazzoColtivare una Aloe Vera in casa è facile! Conosciuta soprattutto per le sue proprietà erboristiche, cosmetiche e medicinali, l’Aloe vera è anche una bellissima pianta che vale davvero la pena di coltivare in casa o in giardino. Ha una forma...Leggi di più
Come potare le graminacee ornamentaliPotare le Graminacee ornamentali è importante perché permettiamo ai nuovi germogli basali di svilupparsi e formare una nuova chioma aerea. Amate e molto utilizzate dai giardinieri d’Oltralpe, le Graminacee ornamentali sono entrate ormai a pieno diritto anche nei nostri giardini,...Leggi di più
Come coltivare i cercis chinensis avondaleCi sono tanti motivi per coltivare i Cercis: bellissimi e legati alla tradizione della Pasqua (sono chiamati “Alberi di Giuda”) ci allietano con le loro vivaci fioriture a partire dall’inizio del mese di aprile. Secondo la tradizione, Giuda, pentitosi del...Leggi di più
Mostra di più