Svezzamento bio

Svezzamento bio

di Matilde Calamai

La giusta alimentazione è importante per tutti ma soprattutto per i bambini, mi sono avvicinata ancora di più al biologico quando è arrivata l’ora dello svezzamento per mia figlia Sofia; credo che gettare delle basi forti con cibo sano e genuino a chilometro zero e di stagione possa garantire una vita sana per il futuro.

Avevo intervistato in radio una mamma che ha creato una piccola azienda di pappe fresche per neonati cento per cento biologiche, le avevo fatte assaggiare alla mia bambina e vedevo che le apprezzava molto, così ho continuato da sola mantenendo la filosofia bio, ovvero:
– ingredienti certificati biologici,
– comprare direttamente dagli agricoltori
– uso di acqua oligominerale per la cottura
– alimenti cucinati a vapore per preservare i nutrienti.

Durante lo svezzamento non usavo mai né sale né zucchero,  poiché  il sale è già naturalmente contenuto in una serie di alimenti come per esempio nel Parmigiano Reggiano.  Lo zucchero  invece lo sostituivo con succo di mela,  con sciroppo d’acero, o con malto. Mai utilizzare il miele poiché prima dell’anno può causare botulismo infantile.
Per me era importante che Sofia imparasse a riconoscere i sapori puri degli alimenti!

Per i primi mesi ho scelto una dieta senza glutine anche se recenti studi hanno dimostrato che ritardarne l’introduzione non evita la celiachia, ma in accordo con il pediatra, ho scelto di aspettare in quanto un intestino più maturo ha a disposizione maggiori difese. Il latte vaccino prima dell’anno non va utilizzato, se non si allatta si può scegliere del latte di proseguimento biologico, mentre dopo l’anno si può introdurre tranquillamente ed io ho scelto quello di capra per colazione.

Le pappe non sono facili da preparare poiché necessitano di fantasia per renderle complete e per costruire una dieta equilibrata.
Ho imparato ad accostare sapori diversi come piselli e mela verde, a questa pappa dopo l’anno ho aggiunto della menta fresca per ottenere un gusto più particolare e Sofia ha apprezzato molto, oppure la patata dolce con carota o zucca con banana.  La banana è impossibile trovarla a chilometro zero perciò cerco di acquistarla al mercato eco solidale.

Altre pappe che posso consigliarvi possono essere purea di barbabietola rossa, mela e spinaci, oppure bietola vellutata, patata dolce, ricotta e olio EVO, mi raccomando l’olio deve essere certificato extra vergine di oliva, un’altra pappa molto gustosa può essere ricotta e mela o ricotta e pera.
Sono tanti gli abbinamenti di sapori e colori che possiamo realizzare con la frutta e  la verdure, basta conoscerne però le proprietà,  ecco l’arcobaleno da ricordare:

Gialloarancio

ZUCCA, CAROTA, PEPERONE, MAIS, ALBICOCCA, PESCA, AGRUMI (MANDARINO, ARANCIA, POMPELMO, LIMONE, CLEMENTINA), MELONE, CACHI, BANANA, NESPOLA, MANGO, ANANAS E PAPAIA.
La loro proprietà principale è la ricchezza di betacarotene, fondamentale per la crescita dei tessuti, importante per lo sviluppo delle ossa, dei denti e della vista. Gli agrumi contengono tanta vitamina C, dissetano e aumentano le difese immunitarie.

Rosso

POMODORO, RAVANELLO, BARBABIETOLA ROSSA, RAPA ROSSA, PEPERONE, ARANCIA ROSSA, FRAGOLA, CILIEGIA, ANGURIA, MELAGRANA, LAMPONE.
Ricchi di vitamina C e carotenoidi, si distinguono per il licopene, un antiossidante naturale che viene assimilato soprattutto attraverso la cottura degli alimenti (per esempio il classico sugo al pomodoro).

Verde

BROCCOLO, ZUCCHINA, CAVOLO VERDE E ROMANESCO, LATTUGA, ASPARAGI, CARCIOFO, CETRIOLO, SPINACI, AGRETTI, BASILICO, PREZZEMOLO, RUCOLA, CICORIA, AVOCADO, KIWI.
Contengono carotenoidi, clorofilla (antiossidante contro l’invecchiamento) e vitamina C. Sono inoltre la migliore fonte di acido folico, conosciuto anche come la “vitamina amica dei bambini”, perché aiuta lo sviluppo fisico e neurologico dei più piccoli ed è consigliato anche alle donne in gravidanza per contribuire alla formazione del sistema nervoso del feto. Combinati con altri tipi di frutta o verdura, favoriscono l’assorbimento del ferro.

Viola blu

MELANZANA, RADICCHIO, UVA NERA, MIRTILLO, RIBES, FICO, PRUGNA.
Rinforzano la memoria, proteggono la vista e sono un concentrato di potassio.

Bianco

CAVOLFIORE, CIPOLLA, AGLIO, SEDANO, PORRO, FUNGHI, PASTINACA, FINOCCHIO, MELA, PERA, COCCO.
Sono ricchi di vitamine, fibre e sali minerali, e rinforzano i tessuti ossei.

 

 Grazie a Baby Gnam di Firenze per le ricette e i consigli.

Lascia un commento

Fai il primo commento!

avatar
  Subscribe  
Notifica di

Ultime dalla Casa

“LA BELLEZZA“Per la Natura ho una vera e propria passione, mi accompagna fin da bambina, come quando mi divertivo a realizzare composizioni floreali o raccoglievo petali di rosa per preparare insieme a mia nonna un tonico fresco e leggero. Ogni giorno...Leggi di più
Con YOYO by FITT terrazzo o giardino perfetti!Scopri come progettare un piccolo terrazzo o giardino con YOYO by FITT!   Stai pensando a come poter riorganizzare il tuo angolo green ma non sai da dove iniziare? Semplice!   Ecco alcuni consigli per te! Innanzitutto, considera in che...Leggi di più
I limoni di SorrentoLa penisola sorrentina è  un  affascinante territorio dove il mare e la montagna si fondono,  il profumo inebriante degli agrumeti ti avvolge è impossibile non rimanere ammaliati dalle splendide località affacciate sul mare, dal paesaggio, un alternarsi di dolci vallate...Leggi di più
Belle e buone: come coltivare erba cipollina e tulbaghia violacea[envira-gallery id="2505"] Se cercate delle piante belle e buone, vi consigliamo di coltivare erba cipollina e tulbaghia violacea. Appartengono entrambe alla famiglia delle Liliacee, la stessa dell’Aglio e della cipolla e, benché note soprattutto come piante da giardino, si possono...Leggi di più
Perché coltivare una aloe vera in casa o terrazzoColtivare una Aloe Vera in casa è facile! Conosciuta soprattutto per le sue proprietà erboristiche, cosmetiche e medicinali, l’Aloe vera è anche una bellissima pianta che vale davvero la pena di coltivare in casa o in giardino. Ha una forma...Leggi di più
Mostra di più