Library

Green & Glam People!

Green & Glam People!

Green & Glam è la community dove accedono tutti coloro che ricercano uno stile di vita in armonia con la natura.

Tra i personaggi più Green & Glam, Edoardo Stoppa e Juliana Moreira che condividono la nostra filosofia!

Benvenuti nel mondo Green & Glam!

Valtellina Casera con lo chef Mainard alla stazione di Cadorna

Valtellina Casera con lo chef Mainard alla stazione di Cadorna

Oggi venerdì 9 marzo a partire dalle ore 17 lo chef “atomico” Andrea Mainardi, noto per “Ci pensa Mainardi” e per la partecipazione a “La Prova del Cuoco” di Rai1, accoglierà il pubblico insieme ad Ellen ai Valtellina Casera Days allestiti  nell’atrio della stazione Cadorna.

La quotidianità è il messaggio lanciato dalla campagna “IN VALTELLINA LO FACCIAMO TUTTI I GIORNI… IL FORMAGGIO!”.
Una quotidianità che affonda le sue radici nella tradizione, perché questo formaggio si produce ogni giorno, da secoli, con impegno e passione, e tutti i giorni può essere consumato, nel modo che ciascuno predilige.

«Visto l’andamento positivo delle attività promozionali intraprese lo scorso anno per valorizzare la DOP -spiega Vincenzo Cornaggia, presidente del Consorzio di tutela formaggi Valtellina Casera e Bitto -, siamo felici di poter riconfermare la campagna e darle continuità. L’auspicio è infatti che il Valtellina Casera, da tutti riconosciuto per la bontà, la genuinità e la tipicità, vera espressione del nostro territorio, si conquisti un posto sulla tavola dei consumatori tutti i giorni, partendo proprio dalla sua versatilità d’utilizzo in cucina»

Come coltivare la mimosa in vaso: buona festa delle donne!

Come coltivare la mimosa in vaso: buona festa delle donne!

Coltivare la Mimosa in vaso è una bella soluzione per rendere omaggio a questa bellissima pianta. Perché accontentarci di un piccolo ramo, quando possiamo avere tutta la pianta?

Conosciuta con il nome di Mimosa e come simbolo della Festa della Donna, il nome botanico di questo grazioso alberetto è Acacia dealbata, specie australiana portata in Europa intorno al 1800 per la bellezza della sua fioritura precoce. Successivamente si è diffusa e naturalizzata in tutti gli ambienti mediterranei della nostra penisola, dalla Sicilia fino alle falde delle Alpi Marittime.

È una specie arborea (talora anche arbustiva per la capacità di emettere polloni basali) che nelle zone di origine può arrivare oltre i 20 metri, ma che da noi raramente supera i 10-15 metri di altezza. È sempreverde, con chioma naturalmente globosa e allargata, fronda leggera, costituita da foglie composte, bipennate, di colore che va dal verde scuro al glauco.

I fiori, che compaiono da gennaio-febbraio fino a inizio primavera, sono molto delicati e riuniti in panicoli lunghi 8-10 cm. Il singolo fiore ha la forma di una pallina del diametro di pochi mm ed è di colore giallo intenso, molto profumato. Le infiorescenze sono così numerose che la pianta, in piena fioritura, assume l’aspetto di un pallone giallo. La fioritura si protrae per due o tre settimane al massimo, ma è talmente spettacolare e soprattutto così annunciatrice di primavera da annoverare (e giustamente) la specie fra le immancabili di un giardino.

Coltivare la mimosa in vas0: resiste anche al freddo!

In Italia è presente anche allo stato spontaneo in tutte le aree dove vive bene l’Olivo, quindi con temperature che si mantengono in inverno attorno a +2°/0°C. Esemplari adulti, ormai naturalizzati, possono eccezionalmente resistere per brevi periodi a temperature estreme fino a -7-8°C, come è avvenuto in questi ultimi giorni.

È una pianta che si presta a tanti usi: come alberetto isolato, o a gruppi, per creare un boschetto, se disponete di spazi sufficientemente grandi. Allevate a cespuglio possono formare siepi verde-glauco, di aspetto leggero ed elegante e che in primavera esploderanno con profumate fioriture giallo vivo.
E infine perché no, possono essere coltivate anche solo per raccogliere le loro fronde e ottenere mazzetti di fiori recisi da conservare in casa: dureranno a lungo se avrete l’accortezza di eliminare le foglie basali e immergere i rametti in acqua tiepida, con l’aggiunta di qualche goccia di limone (o una aspirina) come disinfettante e mantenendoli alle luce, in prossimità di una finestra.

a cura di Francesca Moscatelli di Donna di Piante

Tour Valtellina Casera Dop con Elen Hidding

Tour Valtellina Casera Dop con Elen Hidding

Il tour del Valtellina Casera DOP riparte da Cadorna

Special guests Ellen Hidding e lo chef Mainardi

Il viaggio del Valtellina Casera DOP ritorna nelle stazioni di Milano e hinterland. Accoglie pendolari e passanti nella centralissima Stazione ferroviaria di Cadorna Giovedì 8 e Venerdì 9 Marzo.
In quell’occasione i viaggiatori scopriranno che ‘In Valtellina lo fanno tutti i giorni… Il formaggio naturalmente!’.  E lo scopriranno grazie a due testimonial d’eccezionale.

I Valtellina Casera Days che verranno allestiti  nell’atrio della stazione Cadorna, di fronte alle partenze, nelle giornate di giovedì 8 e venerdì 9 Marzo, potranno infatti contare sulla bravura e la simpatia di  Ellen Hidding, conduttrice di Mela Verde (Canale 5) e del blog “Green and Glam”, che sarà presente l’8 Marzo per dedicare i suoi speciali Auguri a tutte le donne

 

Svezzamento bio

Svezzamento bio

di Matilde Calamai

La giusta alimentazione è importante per tutti ma soprattutto per i bambini, mi sono avvicinata ancora di più al biologico quando è arrivata l’ora dello svezzamento per mia figlia Sofia; credo che gettare delle basi forti con cibo sano e genuino a chilometro zero e di stagione possa garantire una vita sana per il futuro.

Avevo intervistato in radio una mamma che ha creato una piccola azienda di pappe fresche per neonati cento per cento biologiche, le avevo fatte assaggiare alla mia bambina e vedevo che le apprezzava molto, così ho continuato da sola mantenendo la filosofia bio, ovvero:
– ingredienti certificati biologici,
– comprare direttamente dagli agricoltori
– uso di acqua oligominerale per la cottura
– alimenti cucinati a vapore per preservare i nutrienti.

Durante lo svezzamento non usavo mai né sale né zucchero,  poiché  il sale è già naturalmente contenuto in una serie di alimenti come per esempio nel Parmigiano Reggiano.  Lo zucchero  invece lo sostituivo con succo di mela,  con sciroppo d’acero, o con malto. Mai utilizzare il miele poiché prima dell’anno può causare botulismo infantile.
Per me era importante che Sofia imparasse a riconoscere i sapori puri degli alimenti!

Per i primi mesi ho scelto una dieta senza glutine anche se recenti studi hanno dimostrato che ritardarne l’introduzione non evita la celiachia, ma in accordo con il pediatra, ho scelto di aspettare in quanto un intestino più maturo ha a disposizione maggiori difese. Il latte vaccino prima dell’anno non va utilizzato, se non si allatta si può scegliere del latte di proseguimento biologico, mentre dopo l’anno si può introdurre tranquillamente ed io ho scelto quello di capra per colazione.

Le pappe non sono facili da preparare poiché necessitano di fantasia per renderle complete e per costruire una dieta equilibrata.
Ho imparato ad accostare sapori diversi come piselli e mela verde, a questa pappa dopo l’anno ho aggiunto della menta fresca per ottenere un gusto più particolare e Sofia ha apprezzato molto, oppure la patata dolce con carota o zucca con banana.  La banana è impossibile trovarla a chilometro zero perciò cerco di acquistarla al mercato eco solidale.

Altre pappe che posso consigliarvi possono essere purea di barbabietola rossa, mela e spinaci, oppure bietola vellutata, patata dolce, ricotta e olio EVO, mi raccomando l’olio deve essere certificato extra vergine di oliva, un’altra pappa molto gustosa può essere ricotta e mela o ricotta e pera.
Sono tanti gli abbinamenti di sapori e colori che possiamo realizzare con la frutta e  la verdure, basta conoscerne però le proprietà,  ecco l’arcobaleno da ricordare:

Gialloarancio

ZUCCA, CAROTA, PEPERONE, MAIS, ALBICOCCA, PESCA, AGRUMI (MANDARINO, ARANCIA, POMPELMO, LIMONE, CLEMENTINA), MELONE, CACHI, BANANA, NESPOLA, MANGO, ANANAS E PAPAIA.
La loro proprietà principale è la ricchezza di betacarotene, fondamentale per la crescita dei tessuti, importante per lo sviluppo delle ossa, dei denti e della vista. Gli agrumi contengono tanta vitamina C, dissetano e aumentano le difese immunitarie.

Rosso

POMODORO, RAVANELLO, BARBABIETOLA ROSSA, RAPA ROSSA, PEPERONE, ARANCIA ROSSA, FRAGOLA, CILIEGIA, ANGURIA, MELAGRANA, LAMPONE.
Ricchi di vitamina C e carotenoidi, si distinguono per il licopene, un antiossidante naturale che viene assimilato soprattutto attraverso la cottura degli alimenti (per esempio il classico sugo al pomodoro).

Verde

BROCCOLO, ZUCCHINA, CAVOLO VERDE E ROMANESCO, LATTUGA, ASPARAGI, CARCIOFO, CETRIOLO, SPINACI, AGRETTI, BASILICO, PREZZEMOLO, RUCOLA, CICORIA, AVOCADO, KIWI.
Contengono carotenoidi, clorofilla (antiossidante contro l’invecchiamento) e vitamina C. Sono inoltre la migliore fonte di acido folico, conosciuto anche come la “vitamina amica dei bambini”, perché aiuta lo sviluppo fisico e neurologico dei più piccoli ed è consigliato anche alle donne in gravidanza per contribuire alla formazione del sistema nervoso del feto. Combinati con altri tipi di frutta o verdura, favoriscono l’assorbimento del ferro.

Viola blu

MELANZANA, RADICCHIO, UVA NERA, MIRTILLO, RIBES, FICO, PRUGNA.
Rinforzano la memoria, proteggono la vista e sono un concentrato di potassio.

Bianco

CAVOLFIORE, CIPOLLA, AGLIO, SEDANO, PORRO, FUNGHI, PASTINACA, FINOCCHIO, MELA, PERA, COCCO.
Sono ricchi di vitamine, fibre e sali minerali, e rinforzano i tessuti ossei.

 

 Grazie a Baby Gnam di Firenze per le ricette e i consigli.

Green & Glam People LOVE Myplant & Garden

Green & Glam People LOVE Myplant & Garden

Green & Glam sarà presente a My Plant & Garden International Green Expo

21/23 febbraio

Pad12H Stand 20

Corner selfie Green & Glam insieme a Green & Glam People

Ellen Hidding madrina dell’evento, partecipano Jessica Giuliani esperta Green Fashion Style, Barbara Snellenburg Green Fashion Blogger, Matilde Calamai Green Writer e altri ospiti speciali …

Entra anche tu nel mondo Green & Glam è iscriviti alla nostra community!

Latte d’asina

Latte d’asina

Immagina… vivi la Natura

Dal Trentino un benessere naturale. Agrilife è un’azienda agricola di Moira Donati immersa nella splendida cornice della Val Lomasona, nel comune di Comano Terme.

Agrilife e il loro latte d’asina

Il latte d’asina è l’alimento naturale di origine animale con le caratteristiche più vicine al latte materno. Tra gli elementi più importanti oltre al profilo proteico, si evidenziano le proprietà curative legate all’alto contenuto del Lisozima, degli acidi grassi della serie Omega-3 e Omega-6 e del Lattosio.

Se vuoi saperne di più visita il visto web

Scopri il mondo Agrilife

 

 

QMILK, spiegato da Jessica Giuliani

Come promesso eccoci con un nuovo articolo. Oggi vi parlerò del QMILK.

Ma che cos’è il QMILK? Il QMILK è l’innovativa fibra tessile ottenuta dagli scarti del latte. Un filato straordinario, particolarmente adatto per il contatto con la pelle: dall’abbigliamento, all’intimo, all’arredo letto.

Il filato viene realizzato a partire dal latte scremato che, privato dell’acqua e con l’aiuto delle più moderne tecniche bio-ingegneristiche, viene reso nuovamente fluido per la tessitura ad umido. La fibra, ricavata dalla caseina, la principale proteina del latte, ha emissioni durevoli di ioni negativi, è quindi benefica per la qualità dell’aria:

  • stimolante della circolazione sanguigna (grazie all’ottima capacità di traspirazione e assorbimento dell’umidità);
  • naturalmente antibatteria (adatta anche come biancheria per le sale operatorie);
  • sterile;
  • resistente ai funghi, insetti;
  • biodegradabile perché sviluppata con fibra naturale.

Il tessuto realizzato in filato di latte si presenta particolarmente piacevole e confortevole sulla pelle con caratteristiche di leggerezza, morbidezza, scorrevolezza, permeabilità, freschezza e luminosità esplicando una naturale azione batteriostatica.

 

Moran, il libro di Matilde Calamai

La scrittrice e conduttrice tv Matilde Calamai è entrata a far parte del mondo Green & Glam, il suo amore per la Natura ci porterà esperienze e contenuti Green. Oggi vi presentiamo il Libro che l’autrice ha scritto spinta dalla passione  per l’Africa e per gli animali. È una denuncia contro il bracconaggio.

Alessandro, pittore toscano, compie un affascinante viaggio nell’esotico Kenya alla ricerca del padre scomparso.
Gli indizi in suo possesso lo conducono verso un asilo per elefanti e rinoceronti dove inizia a vivere e a lavorare come guardiano. Scopre un mondo d’amore e rispetto incondizionato verso tutti gli animali ma soprattutto per le specie che troppo spesso vengono uccise per il commercio dell’avorio.
L’incontro con Dafne, la donna che gestisce la fattoria, l’amicizia con Sironka, uno dei guardiani Masai, l’amore per un cucciolo di elefante lo aiutano in questo lungo cammino alla ricerca della verità.
In Kenya impara a vivere e a cacciare come i Masai, a conoscere la disperazione durante la prigionia africana, a riscoprire gli istinti primordiali mentre combatte contro i bracconieri, a superare prove di sopravvivenza estreme diventando un Moran: un guerriero Masai.

Il protagonista imparerà presto che l’Africa non è solo spazi sconfinati, terra rossa, sorrisi rassicuranti e luoghi paradisiaci, ma anche corruzione, gelosia, violenza e fame, inoltre la perdita della donna amata gli fa scoprire il vero dolore, quel dolore straziante che fa prendere decisioni significative.
A fare da corollario alla storia incontri con fantasmi del passato ed emozioni d’amore intense e travolgenti.

Da youreporter.it
Giuliano Ladolfi Editore

Per maggiori informazioni sul libro visita il sito web Moran

Matilde Calamai

1 2 3 4 15