Belle e buone: come coltivare erba cipollina e tulbaghia violacea

Belle e buone: come coltivare erba cipollina e tulbaghia violacea

Se cercate delle piante belle e buone, vi consigliamo di coltivare erba cipollina e tulbaghia violacea.
Appartengono entrambe alla famiglia delle Liliacee, la stessa dell’Aglio e della cipolla e, benché note soprattutto come piante da giardino, si possono utilizzare entrambe in cucina: stiamo parlando dell’Allium schoenopresum, meglio noto con il nome di Erba cipollina e della Tulbaghia violacea.

COME COLTIVARE L’ ERBA CIPOLLINA

La prima ha foglie erette, cilindriche, verde brillante che originano da piccoli bulbi sotterranei e che, se stropicciate, emanano un aroma simile a quello della cipolla fresca.
Formano fitti cespi in primavera-estate, tra i quali, in aprile, sbocciano numerosi fiorellini rosa riuniti in infiorescenze sferiche, del tutto analoghe ai fiori di Allium, soltanto più bassi e piccoli. Coltivate in gruppi, nelle bordure o all’interno di contenitori e cassette, l’Erba cipollina è deliziosa, oltre che molto utile in cucina per insaporire zuppe, carpaccio, pesce e insalate con un delicato aroma di cipolla.

LA TULBAGHIA: PER CHI AMA L’AGLIO

La Tulbaghia violacea è un po’ meno adatta ai nasi delicati, poiché emana un acuto aroma di aglio anche quando non stropicciata.
E’ tuttavia una specie assai decorativa, formata da fitti ciuffi di foglie lineari larghe qualche cm e di color verde o variegate di bianco a seconda della varietà.
Durante tutta l’estate e spesso sino all’autunno, la pianta produce steli che recano in cima fiori stellati rosa-violetto, raccolti in ombrelle, che ricordano quelle degli agapanti. Sono, tra l’altro, molto apprezzati da api e farfalle e con esse si possono creare bellissime composizioni e bordure che necessitano di poche cure.
Di anno in anno tendono a formare bulbilli laterali e ad allargare i cespi, fino a formare fitte “colonie” spontanee. Sono un po’ sensibili al freddo e nelle zone dove il gelo persiste nel terreno per molti giorni, va protetta con adeguate pacciamature o coltivata in vaso, per poter essere ricoverata durante l’inverno.

Al pari dell’erba cipollina, la Tulbaghia può essere utilizzata in cucina per dare sapore a svariati piatti e insalate. Le foglie inoltre, strofinate sulla pelle, sono un ottimo repellente contro le zecche, parassiti e zanzare (tigre in particolare)… A patto di tollerare l’odore dell’aglio sulla pelle!!!

 

A cura di Donna Di Piante

Lascia un commento

Fai il primo commento!

avatar
  Subscribe  
Notifica di

Ultime dalla Casa

Con YOYO by FITT terrazzo o giardino perfetti!Scopri come progettare un piccolo terrazzo o giardino con YOYO by FITT!   Stai pensando a come poter riorganizzare il tuo angolo green ma non sai da dove iniziare? Semplice!   Ecco alcuni consigli per te! Innanzitutto, considera in che...Leggi di più
I limoni di SorrentoLa penisola sorrentina è  un  affascinante territorio dove il mare e la montagna si fondono,  il profumo inebriante degli agrumeti ti avvolge è impossibile non rimanere ammaliati dalle splendide località affacciate sul mare, dal paesaggio, un alternarsi di dolci vallate...Leggi di più
Belle e buone: come coltivare erba cipollina e tulbaghia violacea[envira-gallery id="2505"] Se cercate delle piante belle e buone, vi consigliamo di coltivare erba cipollina e tulbaghia violacea. Appartengono entrambe alla famiglia delle Liliacee, la stessa dell’Aglio e della cipolla e, benché note soprattutto come piante da giardino, si possono...Leggi di più
Perché coltivare una aloe vera in casa o terrazzoColtivare una Aloe Vera in casa è facile! Conosciuta soprattutto per le sue proprietà erboristiche, cosmetiche e medicinali, l’Aloe vera è anche una bellissima pianta che vale davvero la pena di coltivare in casa o in giardino. Ha una forma...Leggi di più
Come potare le graminacee ornamentaliPotare le Graminacee ornamentali è importante perché permettiamo ai nuovi germogli basali di svilupparsi e formare una nuova chioma aerea. Amate e molto utilizzate dai giardinieri d’Oltralpe, le Graminacee ornamentali sono entrate ormai a pieno diritto anche nei nostri giardini,...Leggi di più
Mostra di più