Anguria rossa o gialle?

Anguria rossa o gialle?

Anguria rossa o gialla?

Anguria rossa o gialla?  La nostra esistenza è connotata già da un buon numero di dubbi amletici, e aggiungerne un altro sembra superfluo. Ma siamo in estate, per di più in un’estate particolarmente calda, e le angurie sono da sempre un rinfrescante e sano alleato delle nostre vacanze. Quindi perché non parlare delle due principali alternative? Pensiamo di conoscere tutto di questo frutto “amico”, ma forse non è davvero così…

In Italia è soprattutto la variante rossa a fare bella mostra di sé sulle nostre tavolate. Eppure l’anguria è molto poco europea, e può essere considerata un frutto esotico, almeno come origini: coltivata in Africa e Asia, fu portata da noi dagli Arabi soltanto nel XII secolo. Ricca di acqua, era un vero e proprio antidoto contro la sete nelle regioni desertiche in cui cresceva, e lo è ancora per esempio nella zona del Kalahari. Talmente vitale e importante per il sostentamento di vaste aree dell’Africa, che nell’antico Egitto un’anguria veniva posta all’interno delle tombe dei Faraoni, in modo che avessero di che nutrirsi e dissetarsi nell’aldilà.

l’anguria fa bene!

Anche se meno vitale per noi, l’anguria fa bene, molto bene. Le vitamine abbondano (A, B6 e C in particolare), e a conferire quella bella tonalità rossa alla sua polpa è il licopene, una sostanza naturale che, tanto per intenderci, colora anche i pomodori, e che ha importanti qualità farmaceutiche, per esempio per la prevenzione del tumore alle ossa o alla prostata.

L’anguria gialla è meno diffusa nel nostro Paese, ma sta lentamente conquistando anche noi. E’ nata in Giappone, in seguito ad un innesto naturale, e per questo è conosciuta anche come “cocomero giapponese”. Ma si coltiva ormai anche qui, in particolare in Sicilia e in Basilicata, e con ottimi esiti: è facile da trovare nelle catene più importanti di supermercati. L’anguria gialla è più piccola di quella rossa, ma possiede una percentuale di acqua ancora maggiore (92-95%: è di fatto il frutto con la maggior quantità di acqua in assoluto) ed è quindi ancora più dissetante e rinfrescante. Non contiene licopene, ma betacarotene e vitamina A, che le conferiscono appunto il colore giallo. E poi magnesio, fosforo, ferro, calcio, potassio: una sanissima combinazione di minerali che rendono l’anguria gialla efficace contro l’invecchiamento e nella cura delle nostre ossa.

Rossa o gialla, l’anguria è sempre gustosa, e merita davvero di farci compagnia in queste giornate estive. Con queste temperature, poi…!

 

Lascia un commento

Fai il primo commento!

Notifica di
avatar
wpDiscuz

Ultime dalla Casa

Animali in ospedaleAnimali negli ospedali: Edoardo Stoppa il regista dello spotLa giunta della Regione Lombardia è la prima in Italia ad aver approvato l'ingresso di cani, gatti e conigli negli ospedali e case di cura. Il regolamento stabilisce regole ben precise, secondo le condizioni di sicurezza stabilite dalle strutture sanitarie,...Leggi di più
Nastri firmati Green & Glam by Brizzolari Natale 2017I nastri, fiocchi e nodi che racchiudono sorprese ed emozioni! Scartare un regalo delicatamente, slegare un nodo e gustare ogni attimo è forse il momento più bello! L’attesa. Questo è il significato simbolico che attribuiamo al nastro decorativo, un pacchetto...Leggi di più
Sondrio Festival: un evento molto Green & GlamSiete tutti ancora in tempo per assistere almeno alla fase finale (termina infatti il 26 novembre) di una rassegna interamente dedicata natura, e ai documentari realizzati nelle aree protette e nei parchi naturali di tutto il mondo. Parliamo del Sondrio...Leggi di più
Juliana Moreira, Edoardo Stoppa: Un matrimonio molto Green & GlamEdoardo Stoppa e Juliana Moreira si sono sposati! Il nostro esperto Green & Glam Gabriele Gastaldi , è arrivato direttamente da Spinea (ridente cittadina a pochi km da Venezia, già famosa grazie a Federica Pellegrini) con le idee molto chiare!...Leggi di più
Un Viaggio d’autunno in TransilvaniaUn viaggio d'autunno evoca atmosfere brumose, gotiche, nebbiose e misteriose. Quale meta scegliere per “immergersi” in quest’atmosfera magari un po’ cupa  ma certamente suggestiva? Il mondo anglosassone sarebbe la scelta più ovvia e naturale. Il nostro consiglio, però, è di...Leggi di più
Mostra di più