Cornice di fiori

Nel laboratorio della casa Green & Glam, il nostro amico ed esperto Gabriele, ci propone una bellissima cornice di fiori dai toni autunnali. Bacche di rosa, pepe verde, erica e san carlini sono i fiori che Gabriele ha utilizzato per questa composizione.

Una cornice di fiori può essere perfetta come regalo. Potete utilizzarla di dimensioni più grande come tableau de mariage, come centrotavola poggiando al centro piattini con delle candele, potete realizzarne molte e diverse, sospese, per ricreare un ambiente Green & Glam

Il materiale

Fil di ferro e/o filo di nylon, cornice e pinza, cesoia, forbice e fiori vi consigliamo inoltre di abbinare i nastri Green & Glam by Brizzolari

Bouquet di rose e conchiglie

Bouquet di rose e conchiglie

Il nostro esperto Green, Gabriele Gastaldi ci propone un tutorial , dove i fiori  e le conchiglie sono protagonisti.

Per una sposa romantica che ama il mare, che desidera  inserire nell’allestimento elementi decorativi che abbiano un sapore esotico, fresco e allo stesso tempo molto raffinato.

Colori tenui  dal bianco al rosa e azzurro, delicati e polverosi, perfetti per una atmosfera dove il mare e la sabbia fanno da cornice.

Realizzare questa composizione è molto semplice,potete preparare il vostro Bouquet personalmente e crearne anche di più piccoli  per le damigelle

Vi suggeriamo di abbinare dei nastri decorativi Green & Glam per rendere ancora più unico ed esclusivo il vostro bouquet.

Per un allestimento Green & Glam

Se siete interessati ad un allestimento Green & Glam per il vostro evento potete contattare info@greenandglam.it  mobile 3480408122

 

 

 

 

L’aromatica lavanda

L’aromatica lavanda

L’estate è il momento ideale per preparare dei velocissimi sacchetti alla lavanda, perfetti da inserire tra la biancheria negli armadi come antitarme e profumatori, da regalare o da usare come segnaposto.
E non dimentichiamo le spighe da tenere semplicemente in vaso per profumare gli ambienti, ma anche i molteplici usi in cucina e in erboristeria.
Le innumerevoli varietà di questa pianta si coltivano in piena terra, richiedono poca acqua e se ricevono tanto sole il fiore diventa più profumato.
La lavanda si può anche coltivare in vaso, ma solo se è capiente e il terrazzo non è in ombra. Il nome deriverebbe dall’uso che se ne faceva una volta, sfruttandone le proprietà antisettiche per i lavaggi.
Uno dei suoi significati, quello di «diffidenza», deriverebbe dal fatto che le ronzano sempre attorno api e calabroni, e nell’antichità si pensava che i suoi cespugli ospitassero i nidi dei serpenti.
La raccolta delle spighe va fatta nella mattina di un giorno caldo, quando i fiori non sono completamente schiusi. Se le volete usare per i sacchetti dovrete essiccarle: legate gli steli a piccoli mazzi e appendeteli a testa in giù in un luogo asciutto e aerato. Quando saranno pronti, tagliate le spighe, ma non buttate i gambi: d’inverno, bruciati nel camino, spargeranno una piacevole fragranza!

Composizione con girasoli

COMPOSIZIONE DI GIRASOLI

Questo fiore tipicamente estivo per molti anni è stato poco apprezzato e poco utilizzato per la realizzazione di composizioni floreali e bouquet, oggi è molto Glam, l’importante è conoscere e avere molta sensibilità negli abbinamenti, perché è facile “cadere” nel rustico e creare una composizione poco elegante e “chiassosa”.

Il girasole è un fiore che ama essere protagonista quindi consigliamo di regalarne tanti , almeno 5/10 , la carta da pacco e quella più adatta-

Consigliamo il vaso di vetro, che da leggerezza.

Oggi il nostro esperto Green & Glam , Gabriele Gastaldi, ci propone una composizione floreale di girasoli, accompagnati da elementi naturali perfettamente in sintonia.

Seguite il nostro tutorial.

Buone Vacanze!

Il fiore dell’estate: il girasole

Il fiore dell’estate: il girasole

Il Girasole.

Da sempre i fiori parlano, il loro linguaggio si esprime attraverso la forma ,il tipo di composizione,il colore , riceverli e regalarli genera sempre una grande emozione…

Sin dall’antichità l’uomo ha utilizzato e rappresentato i fiori per esprimere i propri semtimenti, per una dichiarazione d’amore, per gratitudine, per celebrare una ricorrenza e la scelta del fiore non è mai casuale perché attraverso i fiori possiamo percepire i sentimenti di una persona, il gusto , la personalità.

Ognuno di noi ha un fiore che predilige , che lo rappresenta e non a caso…

Agosto lo dedichiamo al fiore che per eccellenza rappresenta l’estate, maestoso, imponente e ricco di significato.Il Girasole, è un fiore gioioso, il suo colore giallo intenso, la sua forma tondeggiante e raggiante trasmette allegria, gioia ed energia.Pochi sanno però che il Girasole è legato ad una storia della mitologia greca non molto felice ma molto intensa e struggente.

Si racconta che Clizia, ninfa dell’oceano si innamorò follemente di Apollo Dio del sole, l’amore non era corrisposto infatti lui l’abbandonò ,Clizia pianse a lungo tanto che quando morì l’oceano si trasformò in uno stagno e il cielo si oscurò creando il buio.

Apollo decise di trasformare Clizia in un fiore, il girasole ,  e da allora questo fantastico fiore segue il cammino del sole  con il tempo è divenuto simbolo di dedizione e amore .

Curiosità Green: I campi di girasole catturano il nostro sguardo e la nostra anima, il girasole non è solo un fiore meraviglioso da vedere ma contiene i semi che vengono utilizzati in svariati modi:

  • come snack salato
  • per la produzione di olio
  • per il mangime di roditori e uccelli
  • per estrarre olio per motori e biodiesel

Coltivazione:

  • Cresce in terreni con un ph compreso tra i 6 e 7.5
  • Terreno fertile e ben irrigato
  • Periodo della semina – Primavera
  • Posizione soleggiata e al riparo dal vento

Agave fiore nobile

Agave fiore nobile

Non capita a tutti i fiori di essere battezzati da Linneo, il botanico svedese che nel ‘700 studiò e classificò la vegetazione conosciuta all’epoca. Questa pianta tenace, sobria, dalla storia importante che riassume in sé almeno tre continenti, evocò nel grande studioso il termine greco “agavos”, che significa proprio nobile, illustre.
Quando Linneo diede all’agave il suo nome, la pianta aveva già una storia. E che Storia!

Per quanto sia per noi oggi familiare, l’agave è sbarcata in Europa in tempi relativamente recenti. Viene infatti da oltreoceano, dall’America, per la precisione dal sud degli Stati Uniti, dal Messico e dai Caraibi. Qui l’agave divenne, nel corso dei millenni, uno degli alleati naturali delle popolazioni indigene. Pensate che la pianta “nobile” veniva usata, tra le altre cose come: alimento (tuttora parti dell’agave compaiono in ricette tipiche della California del sud), bevanda (mescal e tequila sono distillati dell’agave), foraggio per i bovini, come fibra per creare abiti, ceste, tappeti, ornamento, ecc.
Insomma, l’agave era ed è tuttora un elemento importante nella vita quotidiana delle popolazioni di quella regione. Con questa pianta hanno da sempre convissuto e a un certo punto le diedero il soprannome di “century plant”, pianta del secolo, per la sua longevità prima della fioritura.

Dall’America all’Europa – o meglio a quelle zone d’Europa in cui il clima era più favorevole – il passo fu breve, e avvenne, ovviamente, dopo i viaggi di Cristoforo Colombo (che si imbattè in questa pianta esplorando le Bahamas). All’inizio fu la bellezza dell’agave, il suo “look” esotico, a interessare per motivi, quindi, puramente estetici. La rapida riproduzione permise all’agave di diffondersi in tutto il bacino del Mediterraneo – Sicilia compresa, dove appunto è stata scattata la foto che tanto vi ha incuriosito.

L’agave ha numerose proprietà farmaceutiche, è ricca di vitamina B e C, di ferro, fosforo, e calcio, e viene utilizzata per la preparazione di infusi, sciroppi e altri medicamenti.

Insomma, una pianta piena di sorprese… ma anche, semplicemente, una bella pianta.

 

Orticola is Green & Glam

Siamo stati ad Orticola, un evento nato per Milano nel 1996, i cui proventi vengono destinati al verde cittadino.
I progetti di cui Orticola per Milano si occuperà sono: la manutenzione del Giardino Perego, Il giardino di Palazzo Reale e l’ampliamento degli Orti fioriti a Citylife.
Questa è stata la XXII edizione. Con Ellen Hidding abbiamo fatto un giro della Mostra Mercato dei Fiori, piante e frutti insoliti. Qui abbiamo ammirato l’eccellenza del florivivaismo italiano.

L’evento è un “magico” percorso nel parco milanese di via Palestro, un viaggio romantico dal sapore vintage e naturale tra fiori rari e arte .
Si ha l’opportunità di incontrare giovani talenti , botanici, disponibili a rilasciare qualche consiglio prezioso per il giardino e il terrazzo.
Questa’anno la mostra invitava i florivivaisti a presentare le specie spontanee , quelle che fioriscono e si sviluppano con facilità.

Nel video abbiamo cercato di cogliere angoli suggestivi della manifestazione che ci hanno colpito particolarmente e soprattutto molto Green & Glam

Le peonie

Le peonie

La loro fioritura comincia a marzo, prima con le foglie poi a metà primavera ecco comparire i meravigliosi e carnosi fiori !
Possiamo trovare diverse varietà di Peonie cosi come i colori che vanno dal bianco al rosa, carminio e porpora.
Nei giardini le peonie erbacee si trovano in modo cespuglioso e molto naturale e creano un’atmosfera romantica e ottocentesca.
Sono bellissime anche in composizioni di fiori recisi , dove disposte in vaso durano anche molti giorni.

CONSIGLI

Le Peonie sono “stanziali” una volta scelto un luogo protetto dal vento e ben soleggiato , non dovrebbero essere mai spostate .
Prediligono un terreno ben drenato, in primavera concimate in superficie con composto organico e bilanciato.
La primavera è il momento migliore per la messa a dimora, le gemme non devono mai trovarsi a più di 2,5 cm sotto il livello del terreno, è importante sapere che una piantagione troppo profonda ridurrà il numero dei fiori .
Tra un’esemplare e l’altro lasciate circa 80 cm, bagnate frequentemente evitando che il terreno si asciughi.

Il giardino Green & Glam

Il giardino Green & Glam

Abbiamo richiesto alle nostre amiche di Facebook di inviarci il loro fiore preferito per dare il benvenuto alla primavera!
Giusi, Antonella, Giovanna, Maria Cristina, Carmela, hanno mandato delle immagini bellissime che noi di Green & Glam in un collage raccogliamo per creare il giardino.
Calle, girasoli, muscari, peonie, iris , questi i fiori preferiti delle nostre amiche.
A questo punto diamo qualche informazione su questi fantastici fiori:

CALLE: IL FIORE ESOTICO DI FINE PRIMAVERA
Le Calle necessitano di terreno umido nelle bordure o giardino acquatico. Fiorisce tra aprile e maggio, predilige la posizione di sole o parziale ombra, resistente al freddo non al gelo, nei primi anni di vita in inverno le calle devono essere protette, per permettere alle radici di svilupparsi per questo è importante coprire il cespo con uno strato di foglie morte impedendo al gelo di penetrare in profondità.

MUSCARI: INCANTEVOLE BULBOSA
I Muscari sono fiori che amiamo particolarmente, sono piante nane e con 60 specie e le molteplici varietà, vestono i giardini con gradazioni di colore dal’azzurro al blu creando uno spettacolo naturale. Il periodo migliore per la piantagione dei Muscari è ottobre, riunendo i bulbi a gruppi, distanziandoli almeno 10cm. Tendenzialmente i Muscari si sviluppano in fretta, ma se la crescita appare lenta potete aggiungere del concime organico in granuli.
La fioritura è da marzo a maggio, la posizione è pieno sole e terreno ben drenato. la coltivazione in vaso è molto semplice.

A domani per altri fiori nel nostro giardino !
Buona giornata

 

Calle di Maria Cristina.
Muscari di Giusi.

1 2