Settembre, le vacanze non sono finite…

Settembre, le vacanze non sono finite…

O almeno non del tutto. E non per tutti! Sì, perché da diversi anni ormai c’è sempre più gente che sceglie di passare almeno una parte delle vacanze estive in questo mese che, almeno per tre settimane, dell’estate fa effettivamente parte. E’ vero, settembre non è esplosivamente solare quanto i due mesi che lo precedono, le giornate sono più corte e il rischio pioggia improvvisa è da mettere in conto. C’è un però: i vantaggi non sono pochi.
Il clima è generalmente ancora molto buono, anzi meno torrido e opprimente che in agosto. L’acqua del mare è spesso più calda di quanto sia stata prima, e ovviamente di quanto sarà in autunno. Spiagge e località turistiche sono meno affollate e quindi più vivibili. E i prezzi, soprattutto quelli che incidono maggiormente, cioè voli e hotel, calano sensibilmente.

Certo, complice il lavoro, non sono molti tutt’oggi a poter liberamente fare le valigie e abbandonare gli impegni in un periodo in cui gli “altri”, da cui spesso dipendiamo, sono invece tornati. Esistono però i week-end ed è provato che per arginare il cosiddetto “trauma da rientro vacanze” prendersi qualche ultimo fine settimana è un espediente salutare ed efficace.

Di luoghi facilmente raggiungibili, soprattutto oggi nell’era delle compagnie low-cost, sia in Italia che dall’Italia, ce ne sono moltissimi. Chi ama il mare ha solo l’imbarazzo della scelta, in particolare, oltre alla nostra penisola, Grecia, Spagna e Malta possono offrire ghiotte occasioni di relax sotto il sole.

La nostra proposta per un weekend settembrino all’insegna del “green & glam” è un po’ particolare. Non si tratta di mare, anche se l’enorme lago di cui parliamo (il nono per estensione nell’Europa occidentale, grande quasi quattro volte il lago di Como) era chiamato secoli fa “il mare Svevo” proprio per la sua vastità. Si tratta del lago di Costanza, condiviso da tre nazioni, Svizzera, Germania e Austria,  e non lontano da altre due, Francia e Liechtenstein. Da Milano, per darvi un’idea, è raggiungibile in auto in circa tre ore e mezza.

Perché si tratta di una destinazione Green & Glam? Perché le sponde del lago, le dolci colline che lo circondano (in cui peraltro si produce un ottimo e famoso vino, il Muller Thurgau), e i borghi medioevali che vi si specchiano, sono un insieme di elementi storici, gastronomici e soprattutto naturali di rara integrità e di grande fascino. Il lago è un paradiso per gli amanti della bicicletta: fare il giro del lago in bici (con tappe) è ormai una tradizione per gli appassionati di questa attività.

Nel lago c’è un’isola, Mainau, detta “l’isola dei fiori”. Arrivarci è facile, perché oggi è collegata alla terraferma da una strada appositamente costruita. Mainau è un tripudio di giardini, creazioni floreali, serre, un po’ grazie al particolare clima mite della zona, e un po’ perché il principe svedese che ne era proprietario decise circa un secolo fa di farne proprio un paradiso di fiori aperto al pubblico. Visitare Mainau è un’immersione totale in un mare di fiori (solo di rose, ce ne sono ben 500 varietà diverse) e di colori. L’attrazione più celebre è forse la “casa delle farfalle”, che ospita circa mille specie di variopinte farfalle esotiche. Un’esperienza spettacolare, e un contatto indimenticabile con la natura e con i fiori, quanto di più green & glam si possa immaginare!

Immagini dal sito bodensee.eu

È primavera!

È primavera!

Per chi come me ama la natura, il risveglio degli animali dal letargo, i fiori che sbocciano e le piante che fioriscono rappresentano momenti unici, e ogni volta il miracolo della terra che “rinasce” mi da grande emozione!
Coccolo il mio giardino come fosse un bambino, giro in bicicletta assaporando l’aria fresca e la mia creatività in questo periodo è al massimo!
Nasce il desiderio di rinnovare, ci si mette a dieta, si comincia a mangiare più leggero, voglia di freschezza in tavola e nella casa, si fanno le grandi “pulizie di primavera” diamo spazio a tessuti più leggeri, i colori pastello trionfano, Jeans, camicia e un cardigan, il look primaverile più gettonato.
Io voglio augurare a tutti gli amici di Green & Glam un buon “risveglio”, un buon inizio di Primavera a tutti!

Vi aspetto in casa per scoprire idee Green di stile, benessere, cucina.
Inviateci le vostre idee! una composizione, una ricetta, un consiglio sui vostri amati animali, diventa protagonista della filosofia Green & Glam!
A presto e Buona primavera a tutti!
Dikke Kus
Ellen

Ricetta Green per la Festa della Donna

Uovo bio, fonduta di “Selva Cremasco Dop”, carciofi, e patata viola

Ingredienti per 4 persone

  • 300 gr. di selva cremasco
  • 400gr. di panna
  • n°4 carciofi
  • n° 4 uova bio
  • 4 fette pan brioche
  • 200 gr patate viola

Preparazione

Le uova bio in acqua acidulata per 5 minuti.
Bollire la panna, unire il selva cremasco e centrifugare con il minipimer.
Pelare le patate, cuocerle in acqua, passare al setaccio e stender la purea su un foglio di carta, lasciare essiccare in un posto caldo per un’intera notte. Pulire i carciofi, bollirli in acqua e sale e nel frattempo tostare il pan brioche in padella a fuoco basso.
Versare la fonduta nel piatto, il pan brioche, il carciofo, adagiarvi l’uovo e i veli di patata viola.

Cibo green per il mio amato dog

Cibo green per il mio amato dog

L’alimentazione per i nostri amati animali è fondamentale quanto lo è per noi esseri umani. La gamma di cibi per cani o gatti è oggi amplissima e molto variegata e curata. Ma c’è ancora molta confusione – e spesso anche approssimazione – quando si tratta di scegliere cosa dare da mangiare per esempio al nostro cane a parte il cibo in scatola.
Quindi, cosa fa bene e cosa fa male al “miglior amico dell’uomo”? Iniziamo con cinque ingredienti che non dovrebbero mancare nella dieta “sana” del nostro cane.

  • Trippa verde. Non è bella. Non ha un buon odore. E non è neanche facile da trovare. Ma i veri amanti dei cani sanno che i nostri adorati quattrozampe amano questo alimento, che è ricavato dallo stomaco dei ruminanti. Attenzione però: la trippa che mangiamo noi e che si trova comunemente nei supermercati non è la stessa che piace ai cani, che è quella verde, cruda e poco lavata, ancora ricca di tutti quegli enzimi che aiuteranno il cane nella sua digestione, purificheranno il suo sangue, miglioreranno il suo sistema immunitario.
  • Cardo mariano. Più che cibo si tratta ovviamente di una pianta, ma con proprietà mediche e nutritive che non potranno che apportare benefici alla salute del nostro cane. Perfetto per la protezione del fegato dei nostri animali, il cardo mariano ha proprietà antiossidanti e anti03nfiammatorie, ed è l’ideale per i cani a cui sono appena stati somministrati vaccini o medicinali.
  • Uova crude. Ricche di vitamina A, ferro, selenio, e amminoacidi: un cibo sanissimo, completo e nutritivo.
  • Olio di cocco. È l’ideale sia per i cani “sovrappeso” per rimetterli in forma, sia per quelli sedentari per conferire loro energia.
  • Interiora. Ricchissime di vitamine, fosforo, magnesio, iodio, sono uno degli alimenti più salutari per i nostri cani.

Il colore nella nostra casa, nella nostra vita!

Il colore nella nostra casa, nella nostra vita!

Da tempo la scienza studia l’effetto dei colori sulla nostra psiche e quindi sul nostro umore, sulle nostre emozioni, sul nostro carattere.

Quello che millenni fa in Egitto o in Cina era un approccio quasi magico a questo tema, oggi è affrontato dalla psicologia con grande rigore, tanto che esiste anche una terapia (chiamata Colour Therapy) che ha alla base proprio i colori e l’influenza che hanno su di noi.

È quindi importante scegliere i colori giusti di cui circondarsi, da indossare, e soprattutto con cui arredare casa.

Non sarà una novità, per esempio, che il rosso è un colore generalmente ansiogeno. Quali sono, invece, i colori “positivi”? Eccoli!

  • Blu. È il colore del cielo, ma anche un colore che evoca la pace e la calma, che ha il potere di abbassare la pressione sanguigna e ridurre l’ansia. Una tinta di blu chiaro o di azzurro è l’ideale per dipingere le pareti della nostra camera da letto.
  • Verde. È il colore del nostro sito e della nostra casa, e non a caso. Si tratta del colore della natura per eccellenza, evoca armonia e tranquillità, e fornisce rilassante freschezza.
  • Rosa. Secondo l’antica filosofia e arte cinese feng shui il colore rosa in una stanza “assorbe” le energie negative e aiuta a neutralizzarle, porta equilibrio e serenità.
  • Bianco. Il colore della chiarezza: in periodi di stress, aiuta appunto a “chiarire” i propri pensieri e le proprie preoccupazioni. Per le donne incinte essere circondate da pareti bianche è l’ideale.
  • Viola. È il colore della forza e della meditazione (alcuni studi sostengono che la luce viola aumenta di dieci volte la nostra capacità di concentrazione). Si dice anche che abbia ottimi effetti sulle nostre ossa e sull’equilibrio di sodio e potassio nei nostri corpi.
  • Grigio. Erroneamente identificato nella nostra cultura con la noia e la depressione, è invece un colore rassicurante e positivo, soprattutto se abbinato con azzurro e bianco.
  • Giallo. È il colore della vitalità e dell’energia. Meno rilassante di altri forse, ma ideale per chi ha bisogno di entusiasmo e carica: uno studio ha osservato che persone che lavorano in ambienti in cui domina il colore giallo sono più attive e produttive di persone che lavorano in ambienti di altri colori.
1 2