È primavera!

È primavera!

Per chi come me ama la natura, il risveglio degli animali dal letargo, i fiori che sbocciano e le piante che fioriscono rappresentano momenti unici, e ogni volta il miracolo della terra che “rinasce” mi da grande emozione!
Coccolo il mio giardino come fosse un bambino, giro in bicicletta assaporando l’aria fresca e la mia creatività in questo periodo è al massimo!
Nasce il desiderio di rinnovare, ci si mette a dieta, si comincia a mangiare più leggero, voglia di freschezza in tavola e nella casa, si fanno le grandi “pulizie di primavera” diamo spazio a tessuti più leggeri, i colori pastello trionfano, Jeans, camicia e un cardigan, il look primaverile più gettonato.
Io voglio augurare a tutti gli amici di Green & Glam un buon “risveglio”, un buon inizio di Primavera a tutti!

Vi aspetto in casa per scoprire idee Green di stile, benessere, cucina.
Inviateci le vostre idee! una composizione, una ricetta, un consiglio sui vostri amati animali, diventa protagonista della filosofia Green & Glam!
A presto e Buona primavera a tutti!
Dikke Kus
Ellen

Ricetta Green per la Festa della Donna

Uovo bio, fonduta di “Selva Cremasco Dop”, carciofi, e patata viola

Ingredienti per 4 persone

  • 300 gr. di selva cremasco
  • 400gr. di panna
  • n°4 carciofi
  • n° 4 uova bio
  • 4 fette pan brioche
  • 200 gr patate viola

Preparazione

Le uova bio in acqua acidulata per 5 minuti.
Bollire la panna, unire il selva cremasco e centrifugare con il minipimer.
Pelare le patate, cuocerle in acqua, passare al setaccio e stender la purea su un foglio di carta, lasciare essiccare in un posto caldo per un’intera notte. Pulire i carciofi, bollirli in acqua e sale e nel frattempo tostare il pan brioche in padella a fuoco basso.
Versare la fonduta nel piatto, il pan brioche, il carciofo, adagiarvi l’uovo e i veli di patata viola.

Cibo green per il mio amato dog

Cibo green per il mio amato dog

L’alimentazione per i nostri amati animali è fondamentale quanto lo è per noi esseri umani. La gamma di cibi per cani o gatti è oggi amplissima e molto variegata e curata. Ma c’è ancora molta confusione – e spesso anche approssimazione – quando si tratta di scegliere cosa dare da mangiare per esempio al nostro cane a parte il cibo in scatola.
Quindi, cosa fa bene e cosa fa male al “miglior amico dell’uomo”? Iniziamo con cinque ingredienti che non dovrebbero mancare nella dieta “sana” del nostro cane.

  • Trippa verde. Non è bella. Non ha un buon odore. E non è neanche facile da trovare. Ma i veri amanti dei cani sanno che i nostri adorati quattrozampe amano questo alimento, che è ricavato dallo stomaco dei ruminanti. Attenzione però: la trippa che mangiamo noi e che si trova comunemente nei supermercati non è la stessa che piace ai cani, che è quella verde, cruda e poco lavata, ancora ricca di tutti quegli enzimi che aiuteranno il cane nella sua digestione, purificheranno il suo sangue, miglioreranno il suo sistema immunitario.
  • Cardo mariano. Più che cibo si tratta ovviamente di una pianta, ma con proprietà mediche e nutritive che non potranno che apportare benefici alla salute del nostro cane. Perfetto per la protezione del fegato dei nostri animali, il cardo mariano ha proprietà antiossidanti e anti03nfiammatorie, ed è l’ideale per i cani a cui sono appena stati somministrati vaccini o medicinali.
  • Uova crude. Ricche di vitamina A, ferro, selenio, e amminoacidi: un cibo sanissimo, completo e nutritivo.
  • Olio di cocco. È l’ideale sia per i cani “sovrappeso” per rimetterli in forma, sia per quelli sedentari per conferire loro energia.
  • Interiora. Ricchissime di vitamine, fosforo, magnesio, iodio, sono uno degli alimenti più salutari per i nostri cani.

Il colore nella nostra casa, nella nostra vita!

Il colore nella nostra casa, nella nostra vita!

Da tempo la scienza studia l’effetto dei colori sulla nostra psiche e quindi sul nostro umore, sulle nostre emozioni, sul nostro carattere.

Quello che millenni fa in Egitto o in Cina era un approccio quasi magico a questo tema, oggi è affrontato dalla psicologia con grande rigore, tanto che esiste anche una terapia (chiamata Colour Therapy) che ha alla base proprio i colori e l’influenza che hanno su di noi.

È quindi importante scegliere i colori giusti di cui circondarsi, da indossare, e soprattutto con cui arredare casa.

Non sarà una novità, per esempio, che il rosso è un colore generalmente ansiogeno. Quali sono, invece, i colori “positivi”? Eccoli!

  • Blu. È il colore del cielo, ma anche un colore che evoca la pace e la calma, che ha il potere di abbassare la pressione sanguigna e ridurre l’ansia. Una tinta di blu chiaro o di azzurro è l’ideale per dipingere le pareti della nostra camera da letto.
  • Verde. È il colore del nostro sito e della nostra casa, e non a caso. Si tratta del colore della natura per eccellenza, evoca armonia e tranquillità, e fornisce rilassante freschezza.
  • Rosa. Secondo l’antica filosofia e arte cinese feng shui il colore rosa in una stanza “assorbe” le energie negative e aiuta a neutralizzarle, porta equilibrio e serenità.
  • Bianco. Il colore della chiarezza: in periodi di stress, aiuta appunto a “chiarire” i propri pensieri e le proprie preoccupazioni. Per le donne incinte essere circondate da pareti bianche è l’ideale.
  • Viola. È il colore della forza e della meditazione (alcuni studi sostengono che la luce viola aumenta di dieci volte la nostra capacità di concentrazione). Si dice anche che abbia ottimi effetti sulle nostre ossa e sull’equilibrio di sodio e potassio nei nostri corpi.
  • Grigio. Erroneamente identificato nella nostra cultura con la noia e la depressione, è invece un colore rassicurante e positivo, soprattutto se abbinato con azzurro e bianco.
  • Giallo. È il colore della vitalità e dell’energia. Meno rilassante di altri forse, ma ideale per chi ha bisogno di entusiasmo e carica: uno studio ha osservato che persone che lavorano in ambienti in cui domina il colore giallo sono più attive e produttive di persone che lavorano in ambienti di altri colori.